Salta al contenuto principale

C'è chi può usare un lavello per 20 anni senza trovarvi un graffio. Con altri lavelli, i primi segni compaiono dopo un mese di utilizzo. Questo non dice nulla sulla qualità dei lavelli: i graffi appaiono semplicemente in modo inaspettato. Quando si fa cadere una pentola o un altro oggetto pesante nel lavello, se si rompe un bicchiere, se qualcuno passa accidentalmente un coltello sulla superficie, il graffio si crea. Nel caso di un lavello in acciaio inox, questo è un problema importante, poiché qui gli svantaggi di questo tipo di lavello sono purtroppo ben visibili.
 

Come gestire graffi nell'acciaio inox? Non è necessario rivolgersi a un professionista o considerare l'acquisto di un nuovo lavello a causa di qualche graffio. È possibile rimuovere i graffi da soli. Lo stesso vale per lo sporco di qualsiasi tipo, comprese le macchie, il calcare o la ruggine, che, ironia della sorte, puó talvolta comparire anche sui lavelli in acciaio inossidabile. Ecco come fare.

Quali tipi di macchie e graffi possono essere rimossi?

shutterstock_1433130164.jpg

- calcare

- danni dovuti a shock termico

- graffi leggeri o medi

- tracce di detergenti o agenti chimici

- abrasioni

- incisioni

Di cosa avrete bisogno e a cosa occorre prestare attenzione?

- spugna

shutterstock_1032635416.jpg

- panno in microfibra

- agente lucidante speciale per acciaio inox

Non utilizzate mai spazzole, paglie di ferro o spugne con rivestimento grezzo, che possono danneggiare la delicata superficie in acciaio inox. Non utilizzate inoltre detergenti al cloro o sabbie liquide varie. Se non riuscite a trovare un prodotto di qualità specificamente progettato per la lucidatura delle superfici in acciaio inossidabile, seguite alcuni dei nostri "consigli delle nonne" elencati alla fine di questo articolo.

Come procedere

1. Applicate senza timore lo speciale agente lucidante sul lavello ancora bagnato. Spingete la pasta in più punti, possibilmente vicino alle aree danneggiate.

2. Stendete il prodotto in modo uniforme con una spugna, preferibilmente il lato morbido. Lasciate agire per un po'.

3. Pulite infine il lavello con un panno in microfibra. Questo è il modo migliore per lucidare l'acciaio inossidabile finché asciutto.

Come pulire un lavello annerito con quello che si ha in casa

Non avete in casa un detergente speciale per l'acciaio inox e dovete pulire urgentemente il lavello prima dell'arrivo di un ospite? Potreste trovare utile la nostra alternativa economica alla pulizia del lavello. Ci si arrangia con quello che si trova in casa.

shutterstock_2052318158.jpg

1. Aceto. L'aceto ha eccellenti proprietà sgrassanti. Applicatelo uniformemente sulla superficie del lavello, magari con un flacone spray. Lasciatelo agire per un po'. Asciugate quindi il lavello con un panno morbido.

2. Bicarbonato di sodio. Il bicarbonato di sodio è particolarmente indicato per rimuovere i residui di cottura. Inumidite il lavello e cospargerlo di soda. Stendetela con un panno. Lasciate agire per un po' e poi sciacquate il lavello con acqua. Infine, lucidate con un panno asciutto. Il bicarbonato di sodio è consigliato anche per i fornelli o le posate in acciaio inox.

3. Limone. Aprite un limone e pulite il lavandino con esso come se aveste in mano una spazzola o spugna. È un acido naturale e può anche rimuovere le macchie antiestetiche dai lavelli.

Suggerimento: Non dimenticate di dare un'occhiata agli altri articoli che vi guideranno nel mondo delle pulizie facili e vi offriranno consigli e trucchi utili per mantenere pulita la vostra casa.

Prodotti correlati

6,28 € IVA inc.
Disponibili > 10 pz
Avvio spedizione il giorno successivo
3,29 € IVA inc.
Disponibili 6 pz
Avvio spedizione il giorno successivo
8,16 € IVA inc.
Disponibili > 10 pz
Avvio spedizione il giorno successivo
10,16 € IVA inc.
Disponibili 3 pz
Avvio spedizione il giorno successivo
Torna su